I MOBILI MODERNI IN PIUMA DI NOCE: GEOMETRIE NATURALI

comò moderno in piuma di noce
Comò 555 struttura laccata opaco fango, frontali in piuma di noce.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nuance e venature disegnate dalla natura che vestono il mobile di un fascino unico: tutto questo è la piuma di noce, un legno lavorato con cura artigianale per esaltarne le inimitabili texture.

I mastri ebanisti Voltan selezionano solo le parti più nobili del noce nazionale, ricavate dalla sezione inferiore del fusto e dalle biforcazioni dei rami, in cui il durame –ossia l’interno del tronco– racchiude un disegno a forma di piuma. Dal taglio longitudinale di questa parte si ottiene una spessa tavola da cui si ricavano dei fogli uguali e sottili. Le sue dimensioni sono insufficienti per rivestire un mobile intero, pertanto si esegue una particolare lavorazione, detta “a cattedrale”, che consiste nello specchiare i fogli per conferire loro maggiore uniformità. I fogli così ottenuti vengono impiallacciati e il risultato è una geometria di trame dai colori caldi che ricorda le volte delle cattedrali. La morfologia dell’albero dona a ciascuna tavola un aspetto senza eguali, regalandovi così l’emozione di custodire qualcosa di unico.

Inoltre, grazie all’esclusiva lavorazione “in bilia”, le venature dei comò e comodini in piuma di noce sembrano essere state tracciate su un’unica superficie e le loro linee combaciano nonostante l’apertura dei cassetti.

albero di noce
Un albero di noce

Varie sono le curiosità associate al noce. Secondo la tradizione quest’albero venne portato in Europa dai re di Persia, da cui forse deriva il nome Juglans regia usato in botanica per indicarlo. È più probabile che siano stati i Greci a diffonderne la coltivazione verso il VI secolo a.C., portandolo dai Balcani, dall’Oriente o dal Caucaso, dove sono presenti delle foreste spontanee con esemplari secolari. Spesso il noce si erge solitario e maestoso ed è forse per questa caratteristica che gli antichi lo consideravano un albero magico (si pensi alla leggenda del Noce di Benevento). Di certo è molto utile: infatti, oltre al suo legno resistente, malleabile e pregiato, il noce produce dei frutti ricchi di sostanze nutritive e dei semi da cui si distilla un rinomato liquore.

armadio guardaroba moderno in piuma di noce
Armadio My Love, 3 ante scorrevoli, laccato opaco bianco e inserto in piuma di noce.

Oltre gli schemi: la purezza del laccato bianco e il romanticismo del legno fanno dei mobili moderni in piuma di noce le soluzioni perfette per ogni ambiente.

 

 

 

 

 

 

 

comodino moderno in piuma di noce
Comò Still in piuma di noce, telaio e maniglia in metallo grezzo.

Notti di stile: aggraziati custodi dei vostri ricordi, i comodini in piuma di noce sono ideali anche come tavolini o contenitori.

 

 

 

 

 

 

Personalizzate le proposte Voltan con i tanti colori e le misure disponibili.

ARREDAMENTI MODERNI DECORATI: MINIMAL CON GRAZIA

 

Arredamenti moderni decorati
Composizione della Collezione Giorno 555.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Minimalismo e decorazioni: due parole in contrasto, almeno in apparenza.

“Il meno è più”: sentenzia infatti l’architetto Ludwig Mies van der Rohe negli anni 60. Ordine, semplificazione e funzionalità: nell’arredamento minimal predominano i volumi squadrati, vetro, cemento e acciaio rubano la scena ai materiali pregiati, le cromie assolute sostituiscono le gradazioni di colore. Non c’è spazio per mobili di design con decorazioni. Il minimalismo si era affacciato già ai primi del Novecento, quando Adolf Loos, nel saggio intitolato “Ornamento e delitto”, celebrava la semplicità in opposizione al materialismo della Belle Époque e alla ricercatezza della Secessione viennese. La battuta di Loos è illuminante a tale proposito:

 “verrà un giorno in cui l’arredamento di una cella carceraria ad opera del tappezziere di corte (…) sarà considerato un inasprimento della pena”.

A distanza di un secolo, il minimalismo è più apprezzato che mai:  basta una ricerca in Internet per venire travolti dall’imperversare di mobili moderni ma impersonali. Come conciliare decorazione ed essenzialità, grazia e rigore?

L’idea di Voltan è semplice: animare le superfici degli arredamenti moderni decorati con elementi incisi mediante un pantografo in acciaio con punta di diamante. I motivi ornamentali, abbinati ai colori di tendenza, conferiscono un effetto diverso a seconda della loro tipologia.

Ad esempio, attraverso la successione tra pieni e vuoti, tra superfici lisce e decorate, il salotto si carica di pathos, mentre i contenitori 555 sdrammatizzano il rigore dei volumi, disegnando uno spazio all’insegna della libertà (si veda l’immagine in apertura).

 

comodini di designNella foto a lato, l’incisione floreale ingentilisce il comò. Grazie all’innovativa tecnologia impiegata, la decorazione risulta continuativa, passando da un cassetto all’altro senza interruzione.

 

 

 

armadio di design
Armadio Fly laccato opaco bianco, con 2 ante scorrevoli e 2 inserti bassorilievo 16.

In questo caso l’uniformità del laccato bianco è ritmata dagli inserti con bassorilievo 16.

 

 

 

 

letto moderno di design
Letto della Collezione Notte 555.

 

La curvatura della testiera dona alla camera un aspetto riposante.

 

 

 

 

 

 

I materiali innovativi, la qualità sartoriale delle lavorazioni, il minimalismo fresco e mai impersonale caratterizzano gli arredamenti moderni decorati, al punto da esserne il tratto distintivo.

 

CREDENZE E MADIE MODERNE E DI DESIGN

credenza moderna e di design con rivestimento in cemento
credenza moderna, madia di design,

Da semplici dispense a protagoniste della zona giorno: le credenze moderne Voltan si rinnovano secondo le ultime tendenze del design. Estetica e funzionalità si incontrano dando vita a un ventaglio di proposte ideali per la casa che guarda al futuro.

Tre gli stili principali della nuova collezione: industrial-chic, ricco di suggestioni moderne e vintage, classico-contemporaneo, dall’eleganza senza tempo e infine funky, per una casa giovane e vivace. Grazie alle forme essenziali e alle dimensioni compatte, questi mobili valorizzano ogni ambiente, dall’ufficio alla zona giorno.

Le madie di design sono ideali come singoli elementi di arredo o abbinate alle librerie pensili della linea Young. Linee decise e purezza cromatica caratterizzano i modelli industrial-chic, perfetti per ospitare i sistemi multimediali hi-tech.

Le madie moderne con le teche in vetro temprato si fanno apprezzare per la versatilità: arredano gli spazi e – al contempo – espongono gli oggetti di design.

L’uniformità delle superfici, resa possibile dall’utilizzo di ante con gole, valorizza ancor di più i colori e le decorazioni in rilievo. La struttura in legno è rivestita da resina di cemento, che conferisce alle credenze di design dei rilievi materici gradevoli al tatto. Le impercettibili differenze tra un manufatto e l’altro testimoniano la lavorazione artigianale al punto da diventare quasi la “firma” del falegname.

Le credenze di design: mobili di nobili origini.
Sono i simboli del focolare domestico, in quanto in passato servivano a preparare e conservare il cibo; infatti il termine madia deriva dal latino “magĭda” che significa proprio “impastare”. Decorata o dall’aspetto rustico, la madia è una presenza rassicurante nelle cucine delle nostre nonne. Ancora più interessante è l’etimologia del sinonimo credenza. “Signori, vi è stato offerto servizio di credenza”: è con questa frase che, nel XVI secolo, i maggiordomi servivano le portate dopo averle assaggiate, dando così “credenza”, ossia dimostrando ai commensali la bontà delle pietanze ed escludendo la presenza di veleni. Infatti, chi partecipava al banchetto era spesso un rivale e il buffet era l’occasione per suggellare un’alleanza o avvelenare il nemico.

Con le madie moderne organizzare lo spazio non è mai stato così bello.